';

Fascia olivata, avviato il percorso per il riconoscimento a patrimonio Unesco

Fascia olivata, avviato il percorso per il riconoscimento a patrimonio Unesco

La Fascia olivata Assisi-Spoleto, area pedemontana interamente coltivata ad olivi che si estende su una superficie di 6142 ettari, si candida per essere inserita nel Registro nazionale dei paesaggi rurali e storici, prima tappa di un percorso che ha come obiettivo fondamentale la candidatura della stessa zona a patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco, nell’ambito di un progetto complessivo di sviluppo e valorizzazione. Venerdì 15 settembre, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Donini, è stata illustrata l’avvenuta presentazione del dossier di candidatura della fascia olivata al “Registro nazionale del paesaggio rurale, delle pratiche agricole e conoscenze tradizionali” istituito dal Ministero delle Politiche agricole. Critiche da parte di alcuni dei presenti nei confronti dell’assessore regionale all’Agricoltura che non si è presentato. (15 settembre 2017)

Roberto Rossi